lunedì 17 luglio 2017

LA PIZZA CON L'ANANAS: LA TRAGEDIA DI GORDON RAMSAY



"Una tragedia tutta italiana"?
Ma manco per sogno, caro Gordon Ramsay! 
La tragedia non è per nulla italiana, anzi, a voler essere precisi, la tragedia, ancor peggio delle cucine da incubo di cui a volte ti tocca occuparti,  stavolta è proprio tutta tua: noi italiani infatti ce ne stiamo bene alla larga dalle pizze con ananas, lamponi, mirtilli o avocado in purè.
Ok, certo, lo sappiamo bene che pure tu, da quel palato fino che sei, avresti fatto volentieri  a meno di mangiarti la disgustosa pizza hawaiana, ovvero una pizza condita con ananas sciroppato e a volte, giusto per non farsi mancare nulla, impreziosita pure con l’aggiunta di prosciutto cotto e ormai universalmente adottata come simbolo del pessimo gusto imperante negli onnivori USA.
Ma stavolta ne valeva la pena, e la causa era veramente meritevole: a fronte di un minimo di 500 donazioni raccolte per un ospedale pediatrico, hai infatti promesso solennemente che ti saresti scofanato una bella pizza con ananas in diretta video.
E poi, il destino cinico e baro ha voluto che il tutto sia andato a buon fine, le donazioni siano state raccolte e tu ti sia dovuto ingollare la pizza all’ananas, definendola appunto una schifezza, “una tragedia tutta italiana”, a tal punto che neanche gli sciacqui con il colluttorio sono riusciti a dare sollievo alle tue martoriate papille gustative.
Ma, caro Ramsay, sappi che da noi, in Italia, la pizza hawaiana non ha (per fortuna) ancora preso piede, e le nostre più ardite sperimentazioni in tema di pizza si spingono a malapena alla pizza con il  pesto, e a volte con il ragù.
E poi, sinceramente, in fondo la pizza con l’ananas sciroppato -  diciamo la verità -  è ormai fin troppo umiliata e mortificata: che dire allora delle nuove pizze farcite che si affacciano all’orizzonte,  condite con un tripudio di cavallette fritte o anche di nauseabondi marshmallows? Che sarà mai, al loro confronto, una semplice pizza con un po’ di ananas spiaccicato sopra?
La pizza con gli scorpioni arrosto, quella sì che sarebbe stata la vera sfida, degna di un vero guerriero da cucine da incubo. Lì sì che si sarebbe potuta ammirare la dura tempra di un vero combattente.
E puoi star certo che, per la curiosità di vederti addentare una pizza riccamente condita con  golosi scorpioni o pasciuti  aracnidi,  le donazioni avrebbero raggiunto cifre ben più elevate rispetto a quelle fatte registrare da una innocua pizza all’ananas.

Che dici, ci fai un pensierino? In fondo, se ce l’ha fatta Angelina Jolie -  che di ragni e scorpioni se ne fa grandi scorpacciate -  ce la puoi fare pure tu, no?

Nessun commento:

Posta un commento